La Sberla - Notizie Trapani

Inserita in Politica il 10/07/2014 da Amministratore

Forum del Partito Democratico. Giustizia, Legalità e Antimafia.

Lunga relazione del primo Forum Nazionale del PD:

Lo scorso 20 giugno, presso la sede di via del Nazareno a Roma, si è tenuto il primo Forum Nazionale del Partito Democratico su giustizia e legalità. All’incontro hanno preso parte, oltre ai Responsabili Provinciali Giustizia accorsi da tutto il territorio nazionale, anche Sandro Favi (Coordinatore Nazionale Giustizia), l’on. Alessia Morani (componente della Segreteria Nazionale con deleghe alla giustizia), il sen. Beppe Lumia, il Ministro della Giustizia Orlando e la Presidente della Commissione Nazionale Antimafia Rosy Bindi. Erano presenti, inoltre, molti Senatori e Deputati del Partito Democratico. Per la Provincia di Trapani era presente il sottoscritto.

L’incontro, svoltosi qualche giorno prima che venissero rese note dal Consiglio dei Ministri le linee guida della riforma della giustizia, si è rivelato molto interessante e proficuo. Alla presenza dei rappresentanti romani del PD, avvocati e magistrati hanno più volte messe in primo piano le sempre maggiori criticità dell’attuale sistema giudiziario, con cui gli odierni operatori del diritto devono relazionarsi ogni giorno. Allo stesso tempo sono state anche valutate attentamente tutte le proposte di modifica intervenute, alcune delle quali risultate ampiamente condivise dall’assemblea.

E’ certo che negli ultimi anni in Italia la giustizia civile ha subito frequenti cambiamenti senza che a ciò sia corrisposto uno snellimento delle stessa. La maggiore difficoltà riguarda la possibilità di addivenire ad un accordo sugli elementi deflattivi del processo. Certamente l’argomento è stato troppo a lungo derubricato, nonostante nel bel paese ci sia una domanda di giustizia che è pari a tre volte e mezzo quella della Germania. L’Europa ci ha spesso chiesto drastici interventi per far fronte all’irragionevole durata dei processi o all’enorme affollamento delle carceri. Basti pensare, per avere un’idea, che in Italia il numero dei carcerati, circa sessantamila, è pari solo a quello dei divorzi. Si comprende quindi facilmente che, aldilà di qualsiasi intervento sui costi dei procedimenti, sarebbe invece necessario elaborare un nuovo sistema che sia in grado di riconoscere e dare priorità a tutti quei procedimenti agevolmente sottraibili alla competenza del Tribunale, attribuendoli a sezioni specializzate (Tribunali della Famiglia) o agli avvocati mediante “negoziazione assistita”.
Sul fronte penale poi è certo che negli ultimi anni l’introduzione di nuove figure di reato non ha portato di fatto ad una riduzione dei crimini, n´ si è intervenuti in alcun modo sui tempi del processo. Sotto questo profilo la necessità di un aumento dei termini della prescrizione fino ad un massimo che consenta al processo penale di avere una conclusione certa e celere, risulta essere questione di primaria importanza.


In tema di legalità e, in particolare, di lotta alla mafia, la Presidente della Commissione Nazionale Antimafia Rosy Bindi, nel suo intervento si è soffermata sui lavori della commissione riguardanti la gestione dei numerosi beni confiscati. La Bindi ha poi posto l’attenzione sul pericolo attuale che le mafie oggi si espandano a livello europeo e sull’idea che non si dovrebbe più considerare la mafia quale fenomeno territoriale, stante che si registrano svariati casi di criminalità organizzata anche al nord.

Purtroppo, però, è proprio nel territorio Trapanese che, in base ai risultati delle importanti indagini degli inquirenti e delle ultime rivelazioni dei pentiti, la presenza delle cosche mafiose si avverte ancora in modo forte e temibile.

Eppure è indubbio che negli ultimi anni il territorio è stato protagonista di una straordinaria e vincente campagna antimafia condotta da parte delle autorità di polizia giudiziaria, che ha portato all’arresto dei maggiori boss di cosa nostra del trapanese.
Da non trascurare poi che, sul fronte politico, si è aggiunta l’eccezionale opera di rinnovamento condotta dal Presidente Crocetta, che ha urlato con voce grossa, per la prima volta nel gattopardesco sistema siciliano, un decisivo “no” alle infiltrazioni delle cosche. Peccato, però, che a questa trionfale svolta non sia ancora seguita nei fatti un’azione istituzionale e politica sul territorio, in grado di incidere definitivamente sul futuro dell’isola. Le recenti vicende del Megafono, ridotto quasi ad una cornetta, a causa delle continue tribolazioni a cui lo hanno sottoposto, dimostrano poi che, fino a quando l’entusiasmo e la bontà di intenti, non si concretizzeranno in una strategia mirata, condotta con caparbietà, professionalità e distacco politico, la rivoluzione non ci sarà, a meno che, prima di ogni vana ipotesi di rimpasto di governo, non si verifichi un’autentica “inondazione” di giovani capaci di rimettere in moto la politica siciliana.

Adesso tocca al Partito Democratico. Non basta più la diffusione della cultura della legalità, per quanto di primaria importanza. Infatti, una politica che miri a debellare definitivamente il fenomeno mafioso dovrebbe investire tutto il proprio potenziale nella lotta alla mafia, mettendo in prima linea le “punte di diamante dell’antimafia”. Eppure oggi realmente non è così. A Trapani, dietro una singolare calma apparente, si cela invece un quadro inquietante. Chi fino a poco tempo fà era braccato dalle autorità di pubblica sicurezza, che hanno realizzato sequestri di patrimoni mafiosi per miliardi di euro, oggi può quasi non preoccuparsi più della sua latitanza.

Ed è facile che, di conseguenza, alla fine prevalga il serio timore che si verifichi ciò che in Sicilia è già accaduto per molti anni: una certa politica sostenuta dai voti delle cosche mafiose. Non possiamo permetterlo. Occorre drasticamente far sentire la propria presenza sul territorio, affinchè la storia non si ripeta.

Politica del fare significa attuare strategie di controllo nei territori. Così gli appalti del Mose o di Expo, ad esempio, potrebbero essere controllati in svariati modi.

A titolo esemplificativo, in tema di controllo e di monitoraggio degli appalti esiste una Legge scritta con l’attuale Ministro Alfano. Si tratta precisamente del D.Lgs. n. 159/2011, oggi Legge dello Stato, meglio conosciuta come Testo Unico Antimafia.

L’articolo 91 della predetta norma prevedeva l’attuazione obbligatoria, già nel 2011, delle misure interdittive antimafia, in base alle quali, la Prefettura dovrebbe emettere un veto di partecipazione alle gare di appalti pubblici nei confronti di quelle società che non risultino in regola sulla base della propria documentazione, l’informativa antimafia.

Il problema è che tutt’oggi non è ancora stata creata una banca dati o altro sistema che a livello nazionale permetta di mettere allo scoperto tutte le aziende in affari con la mafia. E accade paradossalmente, che un’azienda che venga esclusa a Palermo per irregolarità, potrebbe tranquillamente partecipare ad una gara d’appalto altrove.

Occorre allora chiedersi se alla base di tale immobilità ci sia una distratta volontà politica o ancora una volta il problema sia quello di una burocrazia lenta e poco incisiva.

Per tale ragione, una domanda andrebbe quindi rivolta al Ministro Alfano, al quale il nostro Presidente del Consiglio Renzi ha demandato il potere di decidere circa la composizione di molti assetti dirigenziali e in particolare chi siano i Questori o chi siano i Prefetti del paese: in Sicilia, in questo momento, chi si sta occupando della cattura dei boss?

In conclusione, la percezione è quella di un PD che sul filone Renzi risulta oggi in buona parte rinnovato, ricco di idee e voglia di fare ed è auspicabile che anche in Sicilia e a Trapani, dove troppo a lungo la politica è stata avulsa dai cittadini, si intraprenda finalmente la giusta direzione.
Va sottolineato, infine, che l’on. Alessia Morani e Sandro Favi hanno manifestato da subito grande interesse per il nostro territorio, assicurando a breve tempo la loro presenza anche a Trapani.
Marcello Linares (Partito Democratico)

riga rossa

riga rossa

Altre Notizie riga rossa
11/09/2015 | 0 commenti
Disabilità, mozione di adesione del Comune di Erice alla Convenzione ONU
A Erice, il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la mozione di “Adesione del Comune di Erice alla Convenzione O.N.U. sui diritti delle persone con disabilità”. La proposta era giunta dalla II Commissione Consiliare Permanente, presieduta dal consigliere Antonino Ingrasciotta e composta dai colleghi Vincenzo Caico, Antonino Marino, Concetta Montalto e Diego Sugamele.
Facen...

riga rossa

11/09/2015 | 0 commenti
Valderice: via libera al completamento dell´impianto sportivo di Misericordia
Con nota del 10 settembre 2015 l´Assessorato Regionale alle Infrastrutture e Mobilità ha dato il via libera all´utilizzo dei fondi,dell´importo complessivo di € 3.200.000,00 , per realizzare il completamento dell´impianto sportivo di Misericordia. L’ amministrazione Comunale aveva già adempiuto ai propri compiti aggiornando il progetto definitivo al preziario ...

riga rossa

11/09/2015 | 0 commenti
Trapani: mercato rionale del lunedì
Da lunedì 14 settembre, con l’apertura dell’anno scolastico 2015/2016, si è reso necessario, considerato l´improvviso e consistente afflusso veicolare e pedonale in prossimità delle scuole, nello specifico, per la scuola dell’infanzia comunale “Gemellini Asta”, che insiste nelle immediate vicinanze dell’area, ove si svolge il mercato rionale del lunedì (via Salvat...

riga rossa

11/09/2015 | 0 commenti
La Uilpa Trapani parteciperà allo sciopero di Palermo
Una delegazione della UilPa Trapani, guidata dal segretario generale Gioacchino Veneziano, il prossimo 25 settembre parteciperà a Palermo allo sciopero dei lavoratori della pubblica amministrazione indetto a livello regionale da Cgil, Cisl e Uil contro il disegno di legge di assestamento del Bilancio dello Stato che ha cassato le risorse contrattuali per i lavoratori dei ministeri che servo...

riga rossa

11/09/2015 | 0 commenti
Il Burkina Faso a Blue Sea Land 2015
La Repubblica del Burkina Faso parteciperà all’edizione 2015 di Blue Sea Land-Expo dei Distretti Agroalimentari del Mediterraneo, Africa e Medioriente.

Il Console del Burkina Faso in Sicilia, il dott. Antonio Tito, ha incontrato presso la sua sede consolare di Palermo il Presidente del Distretto Produttivo della Pesca Giovanni Tumbiolo. Il Console Tito e Tumbiolo hanno discusso sull...

riga rossa

11/09/2015 | 0 commenti
È operativo il centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine dell’Area Marina Protetta "Isole Egadi"
E’ ufficialmente operativo, dopo l’acquisizione dell’ultimo decreto autorizzatorio da parte dell’Autorità Regionale, il Centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine dell’Area Marina Protetta "Isole Egadi". Nella giornata di oggi proprio il Capo di Gabinetto dell’Assessorato Regionale dell´Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, Dott. Antonio Parrinello, e il D...

riga rossa

News ed Eventi Turistici
(guardali tutti »)
Sentieri Naturalistici di Erice Sentieri Naturalistici di Erice
Dal: 27/09/2015 Al: 27/09/2050
Luogo: erice
Ar.Co.In. 2020 a Trapani Ar.Co.In. 2020 a Trapani
Dal: 18/07/2020 Al: 26/07/2020
Luogo: trapani
Emozioni in Sicurezza a Valderice Emozioni in Sicurezza a Valderice
Dal: 25/07/2020 Al: 05/09/2020
Luogo: trapani

Scarica PDF riga rossa

Scarica i PDF de la Sberla

Video riga rossa
La spiaggia è di tutti e tutti possono contribuire a renderla un posto migliore!
Cerca nel sito riga rossa
riga rossa

Ultimi Commenti riga rossa
Redazione su Vandalo a piede libero in via Fardella:
Gentile Sis, ci preme cominciare dicendo che non siamo razzisti. Può non crederci se vuole, ovviamente, ma di certo noi siamo responsabili di ciò che scriviamo e non di ciò che lei capisce. Detto questo, lei spara insensatamente a zero e non perdiamo neppure tempo nel linkarle tutti i nostri articoli che parlano di ladri e vandali "nostrani". Cordialmente

Sis su Vandalo a piede libero in via Fardella:
Che articolo di qualità e ben scritto complimenti! Dei ragazzi/ini o uomini puramente italiani o per meglio di TRAPANESI che contnuamente compiono furti e rapine non se ne parla vero? No, perchè non conviene,non porta voti. La delinquenza va punita dalla legge in ogni caso italiano o straniero che sia chi commette il reato. E se i negozianti non fanno denuncia si dimostrano solo dei codardi e se gli episodi restano impuniti la colpa è del nostro sistema. Razzismo=Ignoranza.

salvatore su Trapani, chieste in Consiglio le dimissioni del sindaco (e Fazio ripropone la sfiducia) :
che i consiglieriabbiano il coraggio di rinunciare al gettone di presenza dando un segnale a questa città

Tibbì su Favignana: amianto abbandonato sulle coste:
tanto se ne sbattono: http://www.dovatu.it/news/sicilia-favignana-un-mare-di-amianto-eternit-anche-sottacqua-19050/

Maria genna su Trapani, a InChiostro d’Autore Concita De Gregorio presenta “Mi sa che fuori è primavera”:
ho letto il libro: affascinante e nella sua tragica vicenda carico di speranza e umanità

angiove su Fazio: «La relazione del sindaco Damiano è una improponibile difesa d´ufficio del suo inutile operato. Un copione già visto, stantio e privo di un qualsiasi spunto d´interesse». :
Per il transito dei bus in via AMM.STAITI non vedo tutto quest´ORDINE nella circolazione ! Sembra che i pulmini privati che trasportano viaggiatori negli aereoporti ( birgi - puntarais ) o tax abbiano un loro CODICE DELLA STRADA

LUIS su Fazio: «La relazione del sindaco Damiano è una improponibile difesa d´ufficio del suo inutile operato. Un copione già visto, stantio e privo di un qualsiasi spunto d´interesse». :
D´ACCORDO, MA QUALCHE DIRIGENTE INCAPACE FORSE C´E´, MENTRE PER IL TRANSITO DEI BUS IN VIA AMM. STAITI, SOSTENGO CHE ORA CI SIA PIU´ ORDINE, MA IL SINDACO NON HA DATO UN CONGRUO PREAVVISO

bottarga su Fazio: «La relazione del sindaco Damiano è una improponibile difesa d´ufficio del suo inutile operato. Un copione già visto, stantio e privo di un qualsiasi spunto d´interesse». :
Sono d´accordo con l´onorevole F A Z I O mii auguro presto la sfiducia ed il ritorno alle urne.

angela su Erice, San Giuliano, una profonda buca causa un incidente:
filnamente ogni tanto apolizia municipale fa qualkosa nn solo multe

cangemi carlo su L´ATM sospende la Linea Spiaggia Feriale:
Scusate, quando una notizia positiva. E´ tutto senza senso, cose che accadono solo a Trapani. TUTTI A CASA

Voli Trapani riga rossa
riga rossa

© 2020 - Editori Trapanesi Sas
Sede Legale: Via Pantelleria, 46 -91100 - Trapani
Redazione: Piazza Vittorio Emanuele, 28- 91100 Trapani
Supplemento de L'Affarone registrazione Tribunale di Trapani n°191 del 14/10/1988
Direttore responsabile Dott. Alberto Costantino
P.Iva 02416400816

powered by
First Web